Uno dei settori lavorativi che potremmo prendere in considerazione quando cerchiamo lavoro in Spagna potrebbe essere quello dei Fast Food. Soprattutto le catene di Fast Food sono sempre alla ricerca di personale per diversi ruoli. Per questo motivo abbiamo deciso di pubblicare l’articolo su come trovare lavoro nei fast food in Spagna. Leggiamo tutte le istruzioni che vi serviranno per trovare lavoro in Spagna in questo settore.

 

Come trovare lavoro nei fast food in Spagna

 

Prima di poter cercare lavoro dobbiamo essere a posto con la burocrazia. Infatti dobbiamo disporre del NIE ovvero il Número de Identidad de Extranjero che corrisponde al nostro codice fiscale. Ogni comune segue una procedura diversa per il rilascio di questo documento, quindi quando sceglierete la città spagnola dove trasferirsi, dovrete anche informarvi sulla procedura per ottenere il NIE. All’inizio vi verrà rilasciato il NIE provvisorio (bianco) che dura 3 mesi. Una volta che avrete un contratto di lavoro potrete richiedere il NIE verde (definitivo).

Col contratto di lavoro ed il NIE potrete anche richiedere il Numero de Seguridad Social che vi servirà per gli aspetti della salute e dei contributi.

Una volta che abbiamo ottenuto tutti i documenti necessari per poter lavorare in regola in Spagna, possiamo iniziare a guardare le offerte di lavoro. In questo specifico articolo vi parliamo di come trovare lavoro nei fast food in Spagna.

Ogni catena generalmente ha una sezione del proprio sito dove ci si può candidare. Qui di seguito vi riportiamo i siti e le relative pagine per proporsi: 

Sappiate che quasi tutti vi chiederanno un Curriculum Vitae in lingua spagnola. Fate bene attenzione di non commettere errori e di scrivere un CV professionale. Se vi dovesse servire una mano nello stilare il Curriculum in spagnolo, potete chiedere aiuto anche ai nostri amici di Viviallestero.com che collaborano con esperti traduttori. Inviate il vostro CV italiano all’indirizzo email admin@viviallestero.com con oggetto “Preventivo Traduzione CV spagnolo”.