In questo articolo vi sveleremo la miglior ricetta per la tortilla de patata spagnola così che potrete prepararla anche a casa vostra!

Senza ombra di dubbio, la tortilla de patata è il piatto più servito in tutta la Spagna. In un paese così ricco di cibo regionale, alcuni lo potrebbero addirittura definire come il piatto nazionale.

Potrete gustare questo piatto in ogni bar e caffè del paese come snack di metà mattina, servito con una fumante tazza di caffè, come tapas, aperitivo o come cena leggera.

LA MIGLIOR RICETTA PER LA TORTILLA DE PATATA

Moltissimi spagnoli, inoltre creano deliziosi bocadillos o sandwiches posizionando una fetta di tortilla in una gustosa baguette o accompagnata da incredibili tapas.
Insomma, con una sola ricetta potrete davvero soddisfare tanti gusti differenti.

 

Eccovi la nostra famosa ricetta per 8/10 persone, se servita come antipasto, oppure per 6 se servita come piatto principale. 

 

In questo articolo vi parleremo della famosissima tortilla de patata spagnola e vi alleghiamo la migliore ricetta per prepararla a casa vostra!

 

INGREDIENTI:

  • 6-7 patate medie (le patate vanno pelate)
  • 1 cipolla gialla (tagliata a dadini)
  • 1/2 cucchiaio di sale (o a piacere)
  • 2 o 3 tazze di olio d’oliva
  • 5-6 uova grandi (ricorda che migliore è la qualità delle uova e migliore sarà la tua tortilla)

PREPARAZIONE

  • Pelare le patate e tagliarle a metà longitudinalmente. Quindi, con il lato piatto sulla superficie di taglio, tagliare la patata a piccole fettine.
  • Mettere le patate e la cipolla (precedentemente tagliata a dadini) in una grande ciotola. Mescolare e salare la miscela.

 

  • In una grande padella antiaderente, scaldare 1 tazza e mezza di olio d’oliva a fuoco medio-alto. Disporre con cura il composto di cipolle e patate nella padella, distribuendolo il tutto in maniera uniforme.
    L’olio dovrebbe coprire quasi interamente le patate. Potrebbe essere necessario abbassare leggermente la fiamma in modo che le patate non brucino. Devono friggere lentamente, non devono diventare croccanti come le patatine fritte ma restare piuttosto tenere e cremose. È molto  importante usare un buon olio d’oliva poiché le patate ne assorbiranno un bel pò.

 

  • Lasciare il composto nella padella fino a quando le patate saranno Per capire se le patate sono cotte, utilizzare una spatola e colpire un pezzo di patata. Se si rompe facilmente in due, vuol dire che sono pronte.
  • Togliere il composto dalla padella utilizzando un mestolo forato o una spatola che consente all’olio di scolare per bene e lasciar raffreddare il tutto.
  • Rompere le uova in un grande ciotola e battere a mano con una frusta o una forchetta. Versare la miscela di cipolla e patate raffreddata. Mescolare con un cucchiaio grande e lasciare riposare per circa cinque minuti.

 

  • Versare da 1 a 2 cucchiai del olio d’oliva rimasto in una padella antiaderente piccola (circa 22-25 cm di diametro) e scaldare a fuoco medio. Bisogna fare molta attenzione a non scaldare troppo la padella, altrimenti l’olio o la tortilla bruceranno.
    Mescolare ancora una volta il composto di patate e cipolla, “versare” nella padella e distribuire uniformemente.
    L’uovo deve cucinare bene intorno ai bordi. È possibile sollevare con attenzione un lato della frittata per verificare se l’uovo ha un colore leggermente dorato. L’interno della miscela non dovrebbe essere completamente cotto e l’uovo deve essere ancora gocciolante.

 

  • Quando la miscela si è rosolata sul fondo, bisogna girarla per cucinare l’altro lato. Per precauzione, avvicinare la padella ad un lavandino, mettere un grande piatto da portata (circa 30cm) capovolto sopra la padella. Con una mano sul manico della padella e l’altra sulla parte superiore del piatto per tenerlo fermo, girare rapidamente la padella e lasciare cadere la frittata sul piatto.

 

  • Riposizionare la padella sulla fiamma e, con l’olio rimanente, coprire il fondo e i lati della padella. Lascia scaldare la padella per circa 30 secondi.
  • Far scivolare l’omelette nella padella e utilizzare la spatola per modellare i lati della frittata.
    Lasciar cuocere la frittata per circa 3 o 4 minuti e successivamente spegnere il fuoco e lasciar riposare la tortilla nella padella per 2 minuti.

 

  • Posizionare la tortilla su un piatto di portata e, se servita come piatto principale, tagliare l’omelette in 6-8 pezzi come una torta e accompagnare con del pane francese. Se servita come antipasto, tagliare una baguette a pezzi e la tortilla in quadrati e posizionarne un pezzo sopra ogni fetta di pane. Oppure servire la tortilla con il sofrito, una salsa di pomodoro fritta composta da pomodori, cipolle, aglio, peperoni verdi e olio d’oliva saltati in padella.


SUGGERIMENTI:

  • Non è necessario affettare le patate troppo sottil
  • Per determinare quando l’olio è abbastanza caldo da poter friggere le patate e le cipolle, mettere un piccolo pezzo di patata o di pane nell’olio. Dovrebbe sfrigolare.
  • Ricorda di controllare il calore della fiamma mentre friggi. Se l’olio è troppo caldo, le patate si coloreranno rapidamente all’esterno ma saranno crude all’
  • Dopo aver fritto le patate, mettere la miscela di patate e cipolle in uno scolapasta per alcuni minuti per consentire il drenaggio del olio in eccesso.
    Puoi posizionare un piatto sotto lo scolapasta per raccogliere l’olio d’oliva e utilizzarlo nuovamente.

 


VARIAZIONI DI RICETTA:

  • Peperone verde: aggiungere 1 peperone verde o rosso tritato alle patate e cipolle e friggere.
  • Salsiccia al chorizo: affettare una salsiccia di chorizo ​​spagnolo ed aggiungere alla miscela di patate e cipolle dopo la frittura. Oppure, tagliare il chorizo ​​spagnolo e unire con le uova sbattute nella padella.
  • Prosciutto: utilizzare un paio di fette spesse di prosciutto serrano tritato finemente. Quindi aggiungere i pezzi alla miscela di patate e cipolle dopo la frittura.
  • La pancetta canadese o il prosciutto affumicato: si trovano nelle migliori gastronomie e creano un’ottima Fare attenzione a regolare il sale di conseguenza, dal momento che il prosciutto può essere salato.